Ivana Laura Sorge

IVANA LAURA SORGE | ARCHITETTO

La casa è il telescopio interiore attraverso il quale guardiamo, proiettandolo simbolicamente, il nostro mondo come scrisse Gaston Bachelard. Da questo trae ispirazione il volume superiore della zona notte, orientato verso il punto focale dello sfondo dei faraglioni di Acitrezza. L’intera abitazione si apre al panorama del mare e allo spazio a verde esterno, caratterizzato dal filare dei cipressi e dagli alberi di ulivi ed aranci. In un inebriante profumo di Sicilia, la zona living interna si estende fino all’esterno  aprendo l’abitazione allo specchio d’acqua della piscina i cui riflessi arrivano fino alla fenditura della zona notte. Come un volume incastonato nel terreno di roccia lavica affiora e si apre totalmente attraverso le grandi vetrate. Una scala ed una piattaforma collegano i due livelli e il passaggio avviene attraverso una galleria d’arte per la prima ed una parete a verde verticale per la seconda.